Mazzocchi, Iervolino: telenovela scontata

Facebook
Twitter
WhatsApp
Telegram
Telenovela. “Serial televisivo in moltissime puntate, per lo più d’importazione ispano-americana o brasiliana, a carattere largamente popolare, con le caratteristiche tipiche del romanzo d’appendice”. Così, secondo il volume enciclopedico della Treccani.
Il calcio è una pagina di un altro tipo di enciclopedia, si scrive, si parla e succede di tutto. Poche cose sarebbero da conservare. A volte una trattativa diventa una telenovela, un romanzo d’appendice in più puntate con tutti gli ingredienti della telenovela: lacrime, amori che finiscono e poi riprendono, bugie, tradimenti, passioni, finali a sorpresa. A volte una frase significa una cosa, a volte la stessa frase assume un altro significato.
Telenovela. Anche quest’anno nel sempre più sgonfio pallone italiano, c’è stata qualche telenovela. Dybala rinnova oppure no, Dybala all’Inter, alla Juve, al Napoli: poi, di soppiatto, è spuntata la Roma. Un altro semi-romanzo d’appendice è stato quello scritto dal Milan e dal giovane belga De Ketelaere: alla fine il matrimonio s’è celebrato, il talentuoso giovane fiammingo è arrivato a Milano accompagnato dalla mamma.
Telenovela.
Domani pomeriggio potrebbe anche visivamente concludersi un’altra telenovela pallonara, accadrà quando la Salernitana riprenderà gli allenamenti in vista della sfida con il Parma: davanti agli occhi di Nicola (che lo ha aspettato, lo aspetta e lo vuole), in cerchio nel gruppo, ci sarà anche Pasquale Mazzocchi, tenuto in disparte praticamente per quasi tutto il ritiro austriaco? Poche ore e la domanda troverà una risposta. Sulla vicenda si è scritto, si è detto e si è by-passato di tutto, il tutto condito da allusioni, spifferi, certezze suffragate non si sa da cosa, il tutto accompagnato da mezze bugie e mezze verità, il tutto innaffiato con uno spruzzo di fango. “Mazzocchi è un ingrato”, “la società ha fatto bene”, “no, la società ha fatto male”, “Mazzocchi ha ragione”. E ancora: “Mazzocchi ha già avuto un adeguamento del contratto e adesso ne vuole un altro dopo nemmeno due mesi”, “il Monza gli offre il doppio e lui vuole andare via”. Oppure ancora: “Mazzocchi deve allontanarsi da Salerno per ragioni sue”. Una serie di voci, mezze bugie e mezze verità. Un amore forte, dilaniato solo dal vil denaro secondo qualcuno. Dalla delusione per una mancata promessa, secondo un’altra parte.
«Ha chiesto di andare via», aveva detto Iervolino. Che appena qualche giorno fa aveva aggiunto. «I separati in casa alle volte riprendono a stare insieme, e altre volte invece no». Sulla vicenda Mazzocchi (uno che parla poco ma agli amici più stretti avrebbe sempre confidato di voler restare) qui accanto c’è il link dell’articolo di ieri (https://storiesport.it/salernitana-il-compromesso-di…/).
La novità di oggi sarebbe: la Salernitana ha ripreso i contatti con l’entourage del laterale, ne ha parlato lungamente ed è pronta a mantenere la promessa fatta in inverno. Dunque adeguamento e prolungamento del contratto, perché prima di oggi non c’è stato alcun adeguamento (e alcuni tra i partenti di reparto guadagnano il doppio) o prolungamento. Magari non subito, magari entro qualche settimana. Ma comunque porte riaperte per Mazzocchi che, nelle ultime settimane, ha vissuto male certi giudizi e atmosfera. Domani sarà nel gruppo? Poche ore. E (forse) arriverà la parola fine alla telenovela.
© 2022 riproduzione riservata
Facebook
Twitter
WhatsApp
Telegram

Articoli correlati